Se chiedete al Presidente (e ai rappresentanti di parte pubblica) del C.d.A. della Spa-Csa “Chi è tuo padre (politico)?”, Lui, serafico, dovrebbe rispondere senza esitazione: “Il Comune di Galatina mi è padre a me”, come ripeteva, a cantilena, il figlioccio del domestico nella esilarante commedia “Miseria e nobiltà”, interpretata dall’indimenticabile Totò.